Skip to content
Installation view 'Ancora na vota cu sintimientu', Adelita Husni Bey solo show, 2023

Adelita Husni Bey. Ancora na vota cu sintimientu

Laveronica arte contemporanea, Modica

Laveronica arte contemporanea è orgogliosa di presentare Ancora na vota cu sintimientu, una serie di eventi diffusi realizzati in occasione della nuova mostra personale in galleria di Adelita Husni Bey (Libia/Italia, 1985), all’interno della quale verrà presentato il progetto inedito Briganti.
Ancora na vota cu sintimientu rappresenta l’ennesimo capitolo della lunga collaborazione tra l’artista, la galleria e il territorio in cui opera: un legame professionale che, nel tempo, è diventato anche politico e umano.

30 Dicembre 2023, h. 18,30
Opening galleria Laveronica, Modica
Dall’autunno del 2022, a seguito di una commissione del Padiglione Italia della Biennale di Architettura 2023 a Venezia, Adelita Husni Bey ha lavorato a Catania con diverse associazioni nel quartiere di Librino. A dieci anni dall’ultimo solo show in galleria l’artista presenta un progetto inedito, un work-in-progress in collaborazione con l’associazione di rugby antifascista e antirazzista “I Briganti”.
“I Briganti” sono un’associazione sportiva che opera a Librino. Nato come quartiere-satellite da un progetto architettonico di Kenzo Tange – ben presto stravolto – Librino ospita più di 70.000 abitanti, larga parte dei quali ha meno di dieci anni, e giace da decenni in uno stato di grave abbandono istituzionale. Dopo l’apertura nel 1995 del centro “Iqbal Masih”, dedicato alla figura del sindacalista dodicenne indiano ucciso per la sua battaglia contro lo sfruttamento minorile, nel 2006 “I Briganti” hanno iniziato ad allenare i giovani di Librino nel gioco del rugby. Nel 2012 hanno occupato il complesso sportivo San Teodoro che in seguito ha subito diversi attacchi da parte di gruppi di estrema destra e un incendio di natura dolosa.
Lavorando insieme alla squadra juniores femminile, l’artista ha raccolto interviste e testimonianze sulla storia ormai ventennale dell’associazione e, attraverso il teatro politico, ne ha ripercorso tematiche ed eventi salienti. Da questo laboratorio nasce la serie fotografica Briganti che, insieme a bozzetti, disegni e opere scultoree in tessuto, è frutto del lavoro condiviso che porterà alla produzione di un arazzo di grandi dimensioni, che sarà donato all’associazione nella primavera del prossimo anno.
La mostra diffusa proseguirà nel 2024 con eventi che vedono coinvolte le altre associazioni con le quali l’artista collabora da più di un anno: Talità Kum, con la quale Adelita ha ideato ‘il grande gioco di Librino’; la Sartoria Sociale Made in Librino, che produrrà i lavori su tessuto; Musicainsieme e il Liceo Coreutico “A. Musco”, coinvolti nella produzione di una scenografia congiunta.

28 Dicembre 2023, h. 19
Opening Clou, Ragusa
Negli spazi di Clou l’artista presenterà un lavoro inedito realizzato in Libia e reso pubblico per la prima volta nel 2023: Libia 2009-2023, una serie di sei fotografie scattate nel 2009, dall’interno dell’auto del padre, che non fece più ritorno in patria a seguito della guerra civile che seguí la rivoluzione del 2012..
Le immagini oniriche, digitalmente manipolate, ritraggono Benghazi pochi anni prima della rivoluzione, intrecciando la vita dei lavoratori con quella dei bambini che giocano sulla corniche del centro storico, con le infrastrutture energetiche ancora oggi frutto di conflitti, con i simboli del panafricanismo e con i riferimenti neoclassici, richiami del periodo coloniale italiano.
Nella screening room verranno proiettati alcuni lavori video prodotti tra il 2011 e il 2018, girati tra l’Italia (On Exile, Anadiomene) e l’Egitto (Ard, Time Under Siege) e mai mostrati in Sicilia, che trattano i temi dell’esilio, della migrazione e della rivoluzione.

29 Dicembre 2023, h. 18:30
Libreria Zazie, Modica – talk con Martina Angelotti e book corner
In occasione della mostra, Adelita Husni Bey presenterà presso la Libreria Zazie uno dei suoi primi lavori video: ‘Gestures on Labor’, un video muto girato nel 2009 nei kampungs di Jakarta. Durante la serata Adelita Husni Bey, in dialogo con Martina Angelotti, ripercorrerà il rapporto tra il suo lavoro e l’editoria presentando alcuni dei libri d’artista prodotti negli ultimi 10 anni, spaziando tra tematiche come la pedagogia radicale, la legge, l’immaginazione politica e il teatro partecipativo.

1 Gennaio 2024, h. 17:30
Tombola per la Palestina “Mediterranean Hope – Casa delle Culture”, Scicli
L’evento è realizzato in collaborazione con la Casa del Popolo di Scicli e servirà a raccogliere fondi da destinare al progettoS.O.S. Gaza. Per i premi in palio si ringrazia la generosità di: Dora García, Igor Grubic, Alejandra Hernández, Adelita Husni Bey, Guglielmo Manenti, Uriel Orlow, Daniela Ortiz, Jonas Staal.

Laveronica arte contemporanea
Via Grimaldi 93, Modica
Lun – ven 9 -13 / 15 – 19 | sab su appuntamento
+39 0932 1881704 | + 39 3392429308
Fino al 23.03.2024
Spazio Clou
Via Pluchino, 16 Ragusa
lun – mar – sab su appuntamento | mer – gio – ven 17 – 20
+39 333 8454900
Fino al 01.03.2024
Libreria Zazie
Corso Umberto I, 269 Modica
lun 16 – 20 | mar – sab 9:30 – 13 / 16 – 20
+39 349 3798647
Fino al 29.02.2024
Tombola per la Palestina
Mediterranean Hope
Corso Mazzini, 7 Scicli

Per info: galleria Laveronica + 39 3392429308 | Casa del Popolo +39 3339155651
Cover: Installation view ‘Ancora na vota cu sintimientu’, Adelita Husni Bey solo show, 2023