Alejandro Bombín A PICK GALLERY

Alejandro Bombín. Romance

A Pick Gallery, Torino

A PICK GALLERY presenta mercoledì 9 febbraio alle ore 18, in via Galliari 15/C, la mostra “Romance”, prima personale in Italia di Alejandro Bombín.

Alejandro Bombín (Madrid, 1985) si ispira alla pop art e alla nuova figurazione; la sua pittura è una riflessione sull’archeologia delle immagini che fanno parte di una sua personale “programmazione visiva”. Lavora su documenti con alterazioni tipiche del tempo trascorso e indaga immagini abbandonate (foto di album, cartoline, libri scientifici obsoleti) creando una sorta di ponte tra errori digitali e mentali, regalando allo spettatore la possibilità di perdersi tra deformazioni e colori.

Con la mostra “Romance” Bombín mette in scena un dialogo tra finzione e relazione affettiva.
La dimensione simbolica del ‘romanzo’ allude sia all’inerzia ideologica della tradizione, sia alla forza della tecnologia riproduttiva dell’immagine contemporanea.

I tratti distintivi di questa mostra sono la rima, la rottura e l’allitterazione; come in un romanzo le opere pittoriche che ne fanno parte contengono glitch, ossia il generarsi di errori nella riproduzione digitale.
Il glitch, solitamente definito come discrepanza tra previsione e risultato, ci permette di osservare la rottura del codice quale linguaggio cifrato di un canale di comunicazione.
Questo tipo di errore si presenta in questo caso come un’interruzione nella riproduzione automatica di modelli e schemi prestabiliti.

In “Romance” quindi Bombín presenta un’intima appropriazione dell’immagine “romantica” attraverso la pittura, che allude alla necessità di riformulare costantemente i legami affettivi per evitare che la fiamma dell’amore si spenga e per fronteggiare l’insufficienza di prospettiva in una realtà fortemente antropizzata.

A PICK GALLERY presents Romance, a solo show by Alejandro Bombín, opening on Wednesday 9th of February at 6 pm, in via Galliari 15/C.

Alejandro Bombín (Madrid, 1985) draws inspiration from pop art and new figuration; his painting is a reflection on the archeology of images that are part of his personal “visual programming”. He works on documents with alterations of elapsed time and investigates abandoned images (albums photos, postcards, obsolete scientific books), creating a kind of link between digital and mental mistakes, allowing the viewer to get lost in shape and colors alterations.

In the exhibition Romance Bombín creates a dialogue between fiction and emotional relationship. The symbolic dimension of the “novel” alludes both to the ideological inertia of tradition and to the strength of the contemporary image reproduction technologies.

Rhyme, rupture and alliteration are the distinctive peculiarities of this exhibition; as in a novel, the works contain glitches, as a generation of errors in digital reproduction. The glitch, usually defined as a discrepancy between prediction and outcome, allows us to observe the breaking of the code like an encrypted language of a communication channel. In this case, such mistake appears as an interruption in the automatic reproduction of pre-established models and structures.

With the painting in Romance Bombín presents an intimate appropriation of the “romantic” image, which alludes to the need to constantly reformulate emotional ties to prevent the flame of love, from extinguishing and resist to the insufficiency of perspective in a strongly anthropized reality.

A PICK GALLERY
Via Bernardino Galliari 15/C, Torino
+39 349 3509087, info@apickgallery.com, www.apickgallery.com
Orari: martedì – sabato 15.30 – 20
Ingresso gratuito