Barbara Prenka. Dove il tocco parla più forte

Barbara Prenka. Dove il tocco parla più forte

Marina Bastianello Gallery, Venezia

A cura di Eva Comuzzi

marina bastianello gallery è lieta di presentare Dove il tocco parla più forte, mostra personale di Barbara Prenka (Gjakova, Kosovo, 1990) a cura di Eva Comuzzi (dal 27 giugno al 5 settembre 2022, opening venerdì 24 giugno 2022 dalle 19.30 alle 21.30).

L’artista presenta, presso gli spazi della galleria, una serie di lavori la cui ricerca è incentrata sulla fisicità e sulla percezione. Barbara, da sempre interessata a queste tematiche, individuabili in particolare sia nel modo di procedere sia nel disorientamento visivo provocato dalla simulazione della pittura, esporrà per l’occasione delle grandi tele in dialogo con piccoli quadri.
“In entrambi i casi”, afferma l’artista, “cerco di trovare un’immagine sovrapponendo dei segni. Nei teli di maggiori dimensioni la ricerca si prolunga nel tempo, mentre nei pezzi di carta piccoli l’immagine finale è l’effetto immediato del colore scaricato mentre dipingo”. L’installazione complessiva porterà così l’osservatore ad una sorta di ‘movimento fisico-sonoro’ attivato da quattro elementi quali, avvicinamento, allontanamento, accumulazione e isolamento che a loro volta andranno anch’essi a creare ulteriori, ma stavolta invisibili, segni.

Barbara Prenka — diplomata con il professor Carlo Di Raco all’Accademia di Belle Arti di Venezia, vive e lavora tra Venezia e Bolzano e Berlino. Nel 2022 partecipa alla collettiva What do Landscapes dream of? curata da Sarah Solderer & Mara Vöcking durante Biennale Ghërdeina 8 presso Tubla Da Nives, Selva di Val Gardena – installazione site specific Drifting on the Echoes con la musicista Alessandra Novaga curata da Giulia Guanella e Francesco Giudici presso Spazio Lampo, Chiasso – partecipa alla collettiva Venice Time Case, curata da Luca Massimo Barbero presso Galerie Italienne, Parigi. Nel 2021 partecipa alla collettiva Make me a coffee make me a sandwich curata da Natalija Vujosevic presso la Galeria17 , Prishtina – alla collettiva presso la galleria Sans Titre (2016) curata da Romain Sarrot, Parigi – alla collettiva Venice Time Case a cura da Luca Massimo Barbero posso la galleria Tommaso Calabro, Milano – partecipa alla mostra personale Shelter Lines a cura di Edoardo Monti a Palazzo Monti – alla residenza artistica a Palazzo Monti Brescia, a cura di Edoardo Monti. Nel 2020 Whatever It Takes presso A plus A gallery a cura di Curatorial School Venice – ha partecipato a Pesi Massimi presso Spazio Punch a cura di Augusto Maurandi – a Renovation presso la Galleria Marina Bastianello curata da Marina Bastianello. Nel 2019 partecipa alla collettiva Margine a cura di Raffaelle Santillo e Daniele Capra a Pordenone – alla residenza artistica Bocsart Cosenza, a cura di Giacinto Di Pietrantonio – Il disegno Politico Italiano, a cura di Aurora Fonda e Sandro Pignotti, presso A plus A gallery Venezia. Nel 2018 partecipa ad Artissima stand n.30 Fiera di Torino – Charming Encounters a cura di Dionisio Gavagnin e Marina Bastianello.

Marina Bastianello Gallery
Via Giovanni Pascoli 9/C, Venezia VE
news@marinabastianellogallery.com, +39 366 6875619, www.marinabastianellogallery.com
Orari: lun, mer – ven 15.30–19.00; mar e dom chiuso; sab su appuntamento
Ingresso gratuito