Skip to content
davide-tranchina-chippendale-studio_orig

Davide Tranchina. Irraggiungibili Infiniti

Chippendale Studio, Milano

Presso gli spazi di Chippendale Studio prende il via SOLO SHOW, un nuovo ciclo di mostre personali realizzate a partire da collaborazioni con istituzioni e gallerie d’arte contemporanea italiane ed internazionali. Il primo appuntamento sarà Mercoledì 26 Ottobre, data d’inaugurazione di “Irraggiungibili infiniti”, mostra realizzata in collaborazione con la Galleria Studio G7 di Bologna ed avente come protagonista una selezione di opere del fotografo ed artista visuale Davide Tranchina.

Gli scatti in mostra appartengono a due cicli fotografici distinti, già esposti in passato presso la galleria bolognese: From Afar (2021) e The Kármán Line (2022). Entrambi costituiscono esempi emblematici della ricerca dell’artista che, da sempre, utilizza il tema della visione come punto di partenza per sviluppare riflessione profonde e complesse sulla natura della fotografia stessa.

All’interno di From Afar, Tranchina realizza i suoi paesaggi utilizzando sagome di cartone che successivamente irradia di luce; in questo modo linee e forme si smaterializzano, caricando poi lo scatto finale di un’atmosfera fortemente evocativa. Per quanto riguarda invece The Kármán Line, l’attenzione dell’artista si concentra in modo più specifico sulla linea che viene idealmente posta 100 Km sopra il livello del mare, esattamente al confine tra atmosfera e spazio. Tranchina riproduce questa linea di demarcazione attraverso una tecnica particolare, che non prevede né l’utilizzo della camera, né l’atto fisico dello scatto. Le immagini vengono infatti realizzate attraverso l’innesco di una semplice reazione fotochimica, generata attraverso l’esposizione di dorsi Polaroid a differenti fonti luminose.

Davide Tranchina (Bologna, 1972) è docente presso l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. A partire dal 1999 presenta il suo lavoro in gallerie d’arte contemporanea e spazi pubblici. Le sue immagini sono state inserite in pubblicazioni sulla fotografia italiana e internazionale. È uno dei vincitori dell’edizione 2010 del Premio Terna 03 per l’arte contemporanea. È il vincitore della quarta edizione del Premio Francesco Fabbri per le Arti contemporanee 2015, nella sezione Fotografia contemporanea. Le sue opere sono state acquisite nella collezione della Galleria Civica di Modena, di UniCredit, del MART di Rovereto, di UBI – Banca Popolare di Bergamo, del Museo Nazionale della Montagna di Torino e della Regione Emilia-Romagna. Lavora a Bologna.

Chippendale Studio
Via Pietro da Bescapè 3, Milano
chippendalestudio@gmail.com, www.chippendalestudio.art
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e il mercoledì dalle 15 alle 18
Ingresso gratuito