diango-hernndez, Nadie, 2021

Diango Hernández. Olaismo

FL Gallery | Wizard, Milano

FL GALLERY) | WIZARD sono lieti di presentare Olaísmo, mostra individuale di Diango Hernán­dez (Cuba, 1970) presso la sede di Via Aurelio Saffi 6, Milano. Diango Hernández è uno dei più importanti artisti concettuali della sua generazione.

La mostra Olaísmo è composta da dodici dipinti ad olio e due sculture in metallo policromo.
Il denominatore comune che accomuna tutta questa serie di nuovi dipinti è la presenza di un elemento semitrasparente che si frappone tra l’artista e la sua realtà, trasformando quella realtà -ciò che l’artista vede- in un’immagine imprecisa e sfocata, ma straordinariamente ricca di trame visive.

L’idea, sviluppatasi in seguito nei dipinti, parte da un’immagine vista dall’artista attraverso la porta a vetri del suo appartamento a D üsseldorf. Ogni immagine dipinta è dunque ciò che Diango Hernán­dez vede dalla porta a vetri di casa sua; le opere in se hanno la stessa funzione di quel vetro ondulato a D üsseldorf, che gli permette di vedere per metà ciò che si trova fuori, mostrandogli una visione magicamente alterata della realtà.

I dipinti sono la percezione dell’artista di questi anni in cui le nostre case sono diventate “il mondo”.
“Questi anni di sconfinamento domestico, dovuti alla pandemia, mi hanno riportato “a casa” e quando dico casa mi riferisco a Cuba. Anche quando abitavo ad Havana passavo giornate intere senza uscire di casa, disegnando con calma senza che nulla interferisse con la pace di quella stanza, solo in lontananza potevo udire i rumori della strada. Quando uscivo andavo sempre a guardare il mare, perché abitavo molto vicino al Malecón. Ci andavo soprattutto nei mesi invernali, durante i quali il mare di Havana “impazzisce” e si scontra con potenza contro il muro del Malecón, producendo uno spruzzo finissimo di acqua salata, che ricopre come un velo tutta la città.
In più di un’occasione ho pensato che il mare dell’Havana e i suoi spruzzi d’inverno fossero come il vetro ondulato; un oggetto semitrasparente e opaco, attraverso il quale riesco a vedere quasi tutto: la città, la sua gente e anche l’orizzonte del mare, che non è altro che un portale per un altro mondo, un mondo tanto agognato da molti cubani.” Cit.- Diango Hernán­dez

Diango Hernández comincia la sua pratica artistica a Cuba nel 1994 come co-fondatore di Ordo Amoris Cabinet, un gruppo di artisti e designer che si sono dedicati alla produzione di oggetti di design per la casa. Nel 2003 si trasferisce in Europa. Attualmente vive tra Düsseldorf e Havana. I suoi lavori sono stati esposti in una personale alla Kunsthalle di Basilea (2006) e al Neuer Aachener Kunstverein (2007). Ha partecipato alla Biennale di Venezia del 2005, a quelle di Sydney e San Paolo nel 2006, a quella di Liverpool nel 2010. I suoi lavori sono inoltre stati presentati al Museum für Gegenwartskunst di Sie­gen (2009) e nel 2010 due sue grandi installazioni sono state incluse nella mostra The New Décor presso la Hayward Gallery di Londra. Nel 2011/12 il Museo d’arte moderna e contemporanea di Rovereto (MART) ha ospitato una sua mostra personale anche il Mostyn Museum in Galles. I suoi lavori fanno parte di collezioni prestigiose come il MoMA di New York, Ludwing Museum di Cologne e altre prestigiose collezioni private.

FL GALLERY | WIZARD
Via Aurelio Saffi 6, Milano
+39 023 8591 062, milan@wizardgallery.com,www.wizardgallery.com
Orari: su appuntamento
Ingresso gratuito

Copertina: Diango Hernández, Nadie, 2021. Oil on canvas 60 x 50 cm