© Jonathan Entler. Photo credit Stephanie Pia

ENTLER

LA VILLA | h+ - NoLo, Milano

Pezzi unici, fatti a mano uno ad uno, dalle forme sinuose ed eclettiche, eleganti creazioni declinate in un’ampia varietà di colori e finiture che uniscono la più alta artigianalità e sofisticata tecnologia nella lavorazione della ceramica: dal 7 al 12 giugno 2022 arriva per la prima volta a Milano alla Design Week 2022 la collezione di chandelier, lampade da terra, applique da muro e lampade da tavolo del lighting designer e ceramista americano Jonathan Entler, con base a Los Angeles, presentata – grazie alla collaborazione con lo studio Heaven Collective di Kristen Grove – nei suggestivi ambienti de La Villa in via Soperga 41, nel cuore di NoLo.

Le giornate del Fuorisalone saranno così l’occasione per andare alla scoperta dell’universo creativo di Entler e degli inaspettati spazi de La Villa, costruita negli anni ’20 e affacciata su un giardino di 500 mq incorniciato da antiche magnolie.

Sviluppata sui primi due livelli dell’edificio, la mostra presenta al piano terra un grande chandelier a otto braccia in ceramica nera lucida dalle imponenti dimensioni, che scandisce il passaggio attraverso la veranda vetrata che porta al giardino; al piano superiore accolgono il visitatore un grande lampadario nel corridoio e due ambienti allestiti con lampade da tavolo, da terra, da parete, di dimensioni e colori diversi.

Ne scaturisce un dialogo inedito fra il design contemporaneo della collezione e le atmosfere liberty che caratterizzano La Villa, con i suoi pavimenti in parquet e seminato veneziano, i serramenti in legno e ferro dipinto, accostati ad arredi vintage capaci di creare un ambiente ricercato e accogliente.

Caratterizzate da forme gentili e sinuose, che richiamano il design anni Sessanta, elegante e dal mood psichedelico, le lampade di Entler si presentano con una struttura modulare che intervalla elementi in ceramica a inserti in ottone. Ispirate al mondo organico, si compongono di una base curvilinea da cui dipartono una o più braccia tubolari alle cui estremità si trova un globo luminoso. Il punto di forza di queste lampade è la molteplicità di configurazioni che possono assumere: rifinite con smalti opachi o lucidi dall’ampia gamma cromatica possono variare nelle altezze e lunghezza delle braccia.

La vocazione artistica di Jonathan Entler nasce fin da piccolo, a partire dall’interesse e dalla curiosità verso il materiale stesso, l’argilla, che è alla base delle sue creazioni. È proprio la bellezza del processo di lavorazione della ceramica ad affascinarlo, prima per gioco poi affinando sempre più la tecnica, attraverso un uso sofisticato degli stampi e una conoscenza delle varie condizioni e metamorfosi che il materiale attraversa prima di giungere alla sua forma finale nel forno.

Jonathan Entler ha così esplorato, dapprima da autodidatta, i processi di fusione realizzando opere in ceramica cotta, per aggiungere solo successivamente l’elemento dell’illuminazione, in una perfetta applicazione dell’elemento luminoso alle forme scultoree.

Le prime lampade, che risalgono agli inizi del 2000, sono state progettate originariamente come pezzi unici, per poi arrivare all’idea di creare una serie di componenti da assemblare, consentendo così una varietà di configurazioni. Da qui è nata l’attuale collezione di lampade di design.

La creazione delle forme originali prevedeva la modellazione manuale dell’argilla su armature in legno, gesso o schiuma. Sono state necessarie molte variazioni nella tecnica di realizzazione degli stampi, con l’utilizzo di sistemi altamente tecnologici come la tecnica dello “slip casting” e l’uso in alcune fasi della stampante 3d. Un prototipo della linea di lampade da tavolo ha debuttato al Lawson-Fenning di Los Angeles nel 2015 riscuotendo un grande successo. Negli ultimi anni, la linea si è ampliata comprendendo anche lampade da terra, specchi, applique e lampadari scenografici con spazi di caduta che arrivano fino a tre piani di altezza. Ogni pezzo viene realizzato rigorosamente a mano nello studio di Los Angeles, anche con la possibilità di specifiche personalizzazioni su richiesta.

La lavorazione della ceramica realizzata da Entler conferisce un significato completamente nuovo alle possibilità di questo mezzo scultoreo. Crea manufatti che dall’iniziale argilla modellata a mano si arricchiscono di un processo altamente tecnico e articolato che è stato meticolosamente perfezionato nel tempo. L’approccio di Entler all’arte ceramica trova un equilibrio tra tradizione e sperimentazione, offrendo una personale e unica interpretazione del modo in cui la luce si diffonde in un ambiente.

© Jonathan Entler. Photo credit Stephanie Pia

LA VILLA | h+ – NoLo
Via Soperga 41, Milano
Ore 11-20
Accesso libero

Ufficio stampa: ddlArts
Copertina: © Jonathan Entler. Photo credit Stephanie Pia