Skip to content
Flavio Favelli. In fondo a destra #2

Flavio Favelli. In fondo a destra #2

SenzaBagno, Pescara

A cura di SenzaBagno

SenzaBagno è lieto di presentare il secondo appuntamento di In fondo a destra, un ciclo di mostrepersonali che si svolgono mensilmente a Pescara da agosto 2022 a febbraio 2023. L’artista invitato per l’episodio di settembre è Flavio Favelli.

In fondo a destra nasce dall’esigenza di continuare il confronto – già avviato attraverso progetti precedenti – con artisti nazionali e internazionali invitati sul territorio e dalla necessità d’instaurare nuovi legami e dibattiti culturali per e con la città e gli artisti. “In fondo a destra” è una locuzione diventata proverbiale come indicazione spaziale per segnalare i servizi igienici. Appropriandosi ironicamente di questa espressione che capovolge gli assunti del nome del collettivo, SenzaBagno ne fa un incipit creativo: una serie di artisti – di varie generazioni eprovenienze – sono invitati a realizzare un’opera inedita concepita in maniera site-specific per un ambiente di palazzo Filippone Mezzopreti Gomez a Pescara, un camerino specchiato. Il lavoro resta quindi esposto nel corso di un evento della durata di un giorno, restituendo inoltre alla fruizione pubblica l’appartamento al piano nobile della dimora ottocentesca, una delle poche sopravvivenze storiche nel moderno tessuto architettonico del capoluogo adriatico.

In fondo a destra lascia agli artisti ospitati libertà d’ideazione, ponendo come unica condizione l’economia dei mezzi e la reversibilità dell’intervento. SenzaBagno intende così ribadire la centralità dell’opera, del suo incontro con lo spettatore, della “visione” che è il fare arte e allo stesso tempogenerare un’esperienza. Il percorso che il visitatore è invitato a seguire diventa, infatti, parte stessa del processo di ridefinizione dello spazio.
Il programma vuole esplorare la declinazione ambientale dell’arte, fondato su quello che il critico Germano Celant aveva definito “un senso di reciprocità basato su una mutualità reale, in cui l’arte crea uno spazio ambientale, nella stessa misura in cui l’ambiente crea l’arte”.

Dopo il primo appuntamento ad agosto 2022 con Stefano Arienti, il secondo episodio è affidato all’artista Flavio Favelli, che realizzerà un intervento site-specific sugli elementi d’arredo dell’ambiente.
Flavio Favelli, nato a Firenze nel 1967, vive e lavora a Savigno (Bologna). Dopo la Laurea in Storia Orientale all’Università di Bologna, prende parte al Link Project (1995-2001). È convinto che la sua vocazione d’artista sia stata determinata essenzialmente dalla reazione alla sua vicenda familiare svoltasi in un ambiente borghese, fra Firenze e Bologna, squarciata dalla malattia di suo padre Manlio Favelli, ammalatosi di “sindrome delirante di tipo schizofrenico e schizofrenia paranoidea” (così diceva la perizia psichiatrica del 16 gennaio 1976) e culminata in gravi fatti per via del mancato successo come poeta. Partecipa alla residenza TAM a Pietrarubbia diretta da Arnaldo Pomodoro nel 1995 e al Corso Superiore Arti Visive della Fondazione Ratti con Allan Kaprow nel 1997. Non ha mai visto nessun film della saga cinematografica di Guerre Stellari e nemmeno, nel 1997, la cometa Hale-Boop. Ha visitato la salma di Lenin nel 1980 e quella di Mao Zedong nel 2015; lo stesso anno a New Delhi ha incontrato, accidentalmente, l’Uomo Scimmia. Nel 2008 ha progettato e realizzato Sala d’Attesa nel Pantheon di Bologna all’interno del Cimitero Monumentale della Certosa, che accoglie la celebrazione di funerali laici. Nel 2015 l’opera Gli Angeli degli Eroi viene scelta dal Quirinale e dal Ministero della Difesa per rappresentare i militari caduti nella ricorrenza del 4 Novembre. Nel 2016, in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Accademico, è invitato a partecipare come relatore ad un convegno sull’arte contemporanea organizzato dalla Scuola Normale Superiore di Pisa.

SenzaBagno è un collettivo di artisti basati a Pescara, fondato nel 2018. I membri sono: Francesco Alberico, Simone Camerlengo, Lucia Cantò, Matteo Fato, Giovanni Paolo Fedele, Lorenzo Kamerlengo, Gioele Pomante, Gianluca Ragni, Eliano Serafini, Letizia Scarpello. Dal 2022 collabora al supporto critico Simone Ciglia.

SenzaBagno
Via Silvio Spaventa 26, Pescara
Orari: dalle ore 18.00 alle ore 21.00