Francesco Conti e Mattia Basi. La vittoria della sconfitta

Francesco Conti e Mattia Basi. La vittoria della sconfitta

AnonimaKunsthalle, Varese

A cura di Clara Scola

La vittoria della sconfitta brucia la terra attorno a sé, è un momento di realizzazione della realtà che provoca sofferenza e dolore. La vittoria della sconfitta è inaspettata, eppure arriva, resta in agguato dentro colui che le concede troppo spazio e aspetta solo libertà del raggio d’azione per presentarsi. L’installazione presentata dagli artisti esprime la condizione di costrizione psicofisica in un momento di frustrazione e solitudine individuale, ma anche collettivo. La mostra farà di AnonimaKunsthalle il luogo di riflessione e accettazione per una sconfitta arrivata troppo presto.

Francesco Conti (Genova, 1994), lavora tra Milano e Vienna, ed è attualmente assistente della prof.ssa Maria Cristina Galli per il corso di Progettazione per la pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, accademia in cui conclude gli studi nel 2021 dove ha frequentato il triennio e il biennio del corso di pittura. Nel 2019 prende parte al programma Erasmus per studiare con Veronika Diernhofer all’Akademie der Bildenden Kunste di Vienna, città dove diventerà assistente presso l’atelier di Rolf Laven. Dal 2017 al 2021 intraprende una carriera da educatore specializzandosi in pedagogia. Recentemente ha partecipato al progetto artistico 18 artworks that couldn’t fit in a window di Cecilia Mentasti e Vincenzo Argentieri, presso Co_atto; nell’agosto 2021 è stato vincitore della quinta edizione del Premio d’arte Acqua dell’Elba, Generazione mare. Sempre nel 2021 ha preso parte al panel di dibattito Lotta a cura di ACRE magazine ed è stato project manager per AKRIDA – sound art festival.

Mattia Basi (Milano, 1994) è polistrumentista e compositore. Come musicista collabora con diverse ensemble e orchestre sinfoniche italiane ed europee nelle vesti di percussionista. Come compositore e batterista prende parte a diverse formazioni della scena underground milanese. Il suo campo di azione si estende anche verso la composizione e la produzione musicale, ambiti che lo vedono impegnato nella realizzazione di soundtrack e sound design per cortometraggi, film, videogiochi indipendenti, pubblicità e documentari. Al momento è parte di diversi progetti musicali come: Verhel Duo, Fields, Uramaki Empire, e collabora con la casa di produzione indipendente Shinkai a Londra.

AnonimaKunsthalle
Viale San Pedrino 4, Varese
+39 3382813569, anonimakunsthalle@gmail.com, www.anonimakunsthalle.jimdo.com
Orari: la mostra è visibile solo su appuntamento
Ingresso gratuito