L’ordine dei moti

Hidetoshi Nagasawa. L’ordine dei moti

z2o Project, Roma

Da un’idea di Michele Guido, in collaborazione con Ryoma Nagasawa

z2o project è lieta di presentare l’apertura al pubblico, mercoledì 29 settembre, della mostra L’ordine dei moti di Hidetoshi Nagasawa. Nata da un’idea di Michele Guido in collaborazione con Ryoma Nagasawa, la mostra è un tributo alla carriera di uno dei grandi protagonisti della scultura internazionale contemporanea, un artista che ha portato avanti, attraverso la scultura ambientale e l’installazione, un’ideale congiunzione, formale e concettuale, tra Oriente e Occidente, con una riflessione personale che ha sfidato con equilibrata tensione le leggi della statica, instaurando un rapporto di continuità diretta con una spazialità di tipo architettonico.

“Quando il tempo si muove più adagio, un profumo attraversa lo spazio vuoto. Quando il profumo aumenta d’intensità si avvicina il tempo zero. Il tempo zero è la via che congiunge i due mondi” [Hidetoshi Nagasawa]: è in questo limbo sospeso, il tempo zero, che la scultura di Nagasawa si inserisce innescando dei cortocircuiti spaziali attivatori di senso. La natura, l’architettura, la composizione, il pieno ed il vuoto, sono soltanto alcune delle categorie in grado di avvicinare all’importanza del suo fare e del pensiero che liminalmente ne percorre le scelte.

Quella innescata dalle opere di Nagasawa è una visione sinestetica, in cui convivono, nello stesso tempo e a più riprese, tutti i sensi implicati nella visione.
L’ordine dei moti si articola attraverso una selezione di lavori su carta e una grande scultura ambientale, “Matteo Ricci”, che Nagasawa ha realizzato nel 2010 in occasione dell’anniversario del V centenario della morte di Matteo Ricci, gesuita e matematico, tra i più importanti missionari in Asia e precorritore delle relazioni tra Oriente e Occidente.

Nella scultura, otto elementi in marmo e acciaio sono intrecciati in equilibrio dinamico tra loro a formare una croce adagiata a terra, ciascun braccio della croce volge verso i quattro punti cardinali, tendendo verso l’alto. Mirabile espressione di tensione e congiunzione tra cielo e terra, la scultura trascende la distanza tra passato e presente eternandosi nel continuum dello spazio.

z2o project is pleased to present the exhibition L’ordine dei moti by Hidetoshi Nagasawa, opening on Wednesday, September 29.

Born from a concept by Michele Guido in collaboration with Ryoma Nagasawa, the exhibition is a tribute to the career of one of the great protagonists of international contemporary sculpture, an artist who carried on, through environmental sculpture and installation, an ideal conjunction, formal and conceptual, between East and West, with a personal reflection that challenged with balanced tension the laws of static, establishing a relationship of direct continuity with a spatiality of architectural type.

When time moves more slowly, a perfume crosses the empty space. When the perfume increases in intensity, zero-time approaches. The zero-time is the way that connects the two worlds” [Hidetoshi Nagasawa]: it is in this suspended limbo, the zero time, that the sculpture of Nagasawa is inserted generating space short-circuit activators of sense. Nature, architecture, composition, fullness, and emptiness are just some of the categories that can bring us closer to the importance of his research and of the thought that liminally runs through its choices.

The one generated by the works of Nagasawa is a synaesthetic vision, in which coexist, at the same time and on several occasions, all the senses involved in the vision.

L’ordine dei moti develops through a selection of works on paper and a great environmental sculpture, “Matteo Ricci“, that Nagasawa realized in 2010 on the occasion of the anniversary of the fifth centenary of the death of Matteo Ricci, Jesuit, and mathematician, among the most important missionaries in Asia and forerunner of relations between East and West.

In the sculpture, eight marble and steel elements are intertwined in dynamic balance to form a cross lying on the ground, each arm of the cross turns towards the four cardinal points, tending upwards. Admirable expression of tension and conjunction between heaven and earth, the sculpture transcends the distance between past and present eternalizing itself in the continuum of space.

z2o Project
Via Baccio Pontelli 16, Rome
+39 3397853947, info@z2ogalleria.it, www.z2ogalleria.it
Orari: perto solo su appuntamento, martedì-sabato
Ingresso gratuito

Immagine di copertina: Hidetoshi Nagasawa, L’ordine dei moti, a concept by Michele Guido, in collaboration with Ryoma Nagasawa. Installation view at z2o project. Ph. Masiar Pasquali