Skip to content
Margherita Moscardini. Per Carrara

Margherita Moscardini. Per Carrara

MudaC, Carrara

Dopo la riapertura, il mudaC presenta alla città il primo progetto espositivo con la personale dell’artista toscana Margherita Moscardini: Un omaggio a Carrara e al suo territorio, con una “biblioteca temporanea”. Venerdì 2 dicembre 2022 alle 17.30, è prevista l’inaugurazione della mostra che sarà visitabile fino al 12 marzo 2023. Sempre venerdì 2 dicembre, ma alle ore 12.00, è in programma la presentazione del progetto presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara, alla presenza dell’artista, dell’Assessore alla Cultura Gea Dazzi, del Direttore Luciano Massari e della Direttrice Laura Barreca.

Il titolo del progetto Per Carrara è un omaggio alla città e invita a riflettere sullo straordinario patrimonio paesaggistico, naturalistico e storico-artistico del territorio attraverso diversi linguaggi che vanno dal video, all’installazione, alla scrittura come atto concettuale.

La mostra è ospitata al piano terreno del museo e presenta nella sala grande il video Sull’abitare. La montagna. Per Carrara, 2019-2022: una ripresa che dal mare arriva alla montagna, attraversando il paesaggio e puntando verso un uomo, che nel film è il filosofo Leonardo Caffo. Lo sguardo tecnologico del drone restituisce la vastità dello spazio naturale nella sua straordinaria biodiversità, nel suo rapporto con l’uomo. Sul pavimento sono esposte un’installazione ambientale realizzata con lettere in argilla che compone una frase con lo statement dell’artista e una pila di poster concepiti come opera d’arte stampata in 2.000 copie, un omaggio dell’artista al pubblico, il cui titolo è Like The High Seas Which Without Principle And Without Command Are A Common Resource Without Sovereignty.

All’interno del bookshop del museo è allestita The Library of Stones on the Move, un progetto speciale realizzato in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Carrara e concepito dall’artista come una biblioteca temporanea costruita da Margherita Moscardini con il supporto di Laura Benedetti del Comune di Carrara, con Azzurra Cometti e Gloria Rustighi, laureande dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. La “biblioteca temporanea” raccoglie una accurata selezione bibliografica di testi, pubblicazioni, monografie, libri che testimoniano la diffusione e il valore del marmo nella storia dell’arte, dell’architettura e dell’ingegneria nel corso dei secoli e in tutto il mondo. All’interno della biblioteca è esposta la scultura di basalto giordano (Studio, 2018-2022) prelevato dall’artista nel governatorato di Mafraq, sul confine siriano, in cui è estratto un parallelepipedo: una maquette di pietra nera che racchiude e illustra tutto il progetto.

Lo spazio della caffetteria è stato ripensato come sala lettura temporanea, per offrire a studenti, cittadini e a tutti i visitatori un servizio di pubblica utilità e di valorizzazione del patrimonio librario di Carrara e del suo territorio. Grazie alla presenza del personale del Comune di Carrara, è garantita l’apertura della biblioteca, secondo gli orari pubblicati sul sito del museo e sui canali social.
La produzione della mostra è stata realizzata dall’Istituto Valorizzazione Castelli in quanto capofila del Sistema Museale Provinciale Terre dei Malaspina e delle Statue Stele di cui il museo fa parte.

mudaC | museo delle arti Carrara
Via Canal del Rio 1, Carrara
+39 0585 779681, mudac.museodellearticarrara.it, mudac@comune.carrara.ms.it
Orari: da martedì a domenica 9.00-12.00 e 14.00-17.00