Skip to content
Alex Leav. Minerals are having a moment, 2022. Olio e marker su tela. Cm 40x60

Out of Place

MONTI8, Latina

MONTI8 presenta la mostra Out of Place, con i lavori di Philipp Kremer, Sam Bornstein, Alex Leav e due opere di Elizabeth Glaessner e Anthony Cudahy, provenienti da collezioni private.

Attraverso immagini che danno vita a una realtà distorta, questa mostra immagina un mondo parallelo, fatto di atmosfere sospese, oniriche, quasi congelate nel tempo, che suggeriscono un senso di mistero, incertezza e immaginazione.

Nel lavoro di Philipp Kremer (Duisburg, Germania, 1981) i corpi sono sempre il soggetto che lo interessa e che occupa interam ente la tela. Le figure sono distorte, irriconoscibili, intrecciate, spiate in momenti intimi di amore e sesso che tuttavia, nonostante i contenuti estremamente espliciti, sembrano più incentrati sull’aspetto di gioia e benessere che comunicano, piuttosto che a una pura rappresentazione dell’atto sessuale. Ogni corpo è dipinto con pennellate larghe ed energiche, quasi monocromatiche, alternando colori primari e secondari, usati con vigore per distinguere una figura dall’altra.

Il senso di intimità è ancora più marcato nella ricerca di Sam Bornstein (New York, 1983). La sua pittura è costruita su toni caldi, che evocano un sentimento di familiarità, un espediente che aiuta l’osservatore a empatizzare con le scene create. Nelle opere di Bornstein si sovrappongono diversi livelli: le sue esperienze personali mischiate con il contesto – fatto di familiari e amici – ma anche il folklore e le abitudini di New York, la sua città, ancora mescolati con elementi derivati dalla sua immaginazione per comporre nuove narrazioni.

Alex Leav (New York, 1997) si concentra sulla questione dell’identità nell’era della tecnologia, specialmente dei social media. Leav avvia una riflessione sulla sovrabbondanza di contenuti generata dai social nella società globale contemporanea. La profusione di questi contenuti viene così esplorata attraverso composizioni caotiche, in cui ogni elemento coesiste in maniera disordinata e apparentemente insensata: forme aggrovigliate entrano l’una nell’altra e si muovono freneticamente sulla superficie, prive di qualsiasi gerarchia.

In mostra anche due lavori di Elizabeth Glaessner ed Antony Cudahy, provenienti da collezioni private.

Philipp Kremer, Untitled, 2021. Olio su tela cm 190×100

MONTI8
Via Vincenzo Monti 8, Latina
+39 3334056596, info@monti8.com, www.monti8.com
Orari: martedì – venerdì 17-19
Ingresso gratuito

Copertina: Alex Leav, Minerals are having a moment, 2022. Olio e marker su tela. Cm 40×60