Skip to content
Paolo Masi, 2022, Vibrazioni

Paolo Masi e la Collezione Permanente

Fondazione MACC, Calasetta (SU)

A cura di Efisio Carbone

La Fondazione MACC, in collaborazione con l’archivio Paolo Masi, Frittelli Arte Contemporanea e la galleria Massimo Ligreggi, ha il piacere di presentare Paolo Masi e la Collezione Permanente: uno dei maestri italiani più rappresentativi dell’indagine analitica, del rigore, della libertà e sperimentazione per la prima volta a confronto con le opere della Collezione Leinardi custodita al MACC. A cura di Efisio Carbone, la mostra aprirà al pubblico sabato 17 dicembre fino al 30 marzo 2023, per l’occasione, a partire dalle ore 19, si terrà il concerto d’arpa, con l’esecuzione di Chiara Vittone con un programma di melodie celtiche, latino americane e brani popolari. La musica sarà protagonista anche domenica 18 dicembre con il Concerto di Natale della Banda Musicale G.Puccini di Calasetta.

Paolo Masi (1933) fa parte di quella generazione di artisti che negli anni Cinquanta, in Italia, rompe con il passato attraverso un’elaborazione sperimentale che libera la ricerca artistica dai canoni del formalismo e da ogni tipo di accademismo; così fu anche per Ermanno Leinardi (1933 – 2006) che negli stessi anni abbandonò il figurativismo per una ricerca orientata all’astrattismo geometrico e la traccia di questa rottura, oltre che nelle sue opere, è visibile nella sua collezione personale, raccolta nell‘arco di una vita e in seguito donata al Comune di Calasetta, oggi ospitata presso le sale della Fondazione MACC.

La ricerca artistica di Paolo Masi è sempre strettamente legata a una ininterrotta e continua sperimentazione sul modo di operare e trasformare la materia: il lavoro è per l’artista fiorentino qualcosa che di volta in volta si apre a nuovi approfondimenti e a nuove soluzioni come una sorta di opera aperta. Così come per Ermanno Leinardi, e le opere degli artisti da lui collezionati, il campo d’indagine è quello della percezione spazio-temporale dove luce e colore ne tratteggiano il carattere lirico.

In esposizione un nucleo di lavori che copre un arco temporale che va dal 2000 fino ad oggi, prevalentemente lavori su carta sui quali Paolo Masi interviene con una complessa operazione pittorica come la serie La geometria del posto, o la recentissima serie Vibrazioni. Il tutto in dialogo con le incisioni, le stampe, le tavole e i dipinti della Collezione Leinardi composta da opere di Joseph Albers, Sonia Delaunay, Lucio Fontana, per citarne alcuni, e i più importanti esponenti dell’arte astratto-geometrica e costruttivista europea.

A fare da cassa di risonanza alla mostra il progetto multimediale ARTESPLORA un viaggio virtuale e interattivo dentro la collezione permanente che rivoluziona il concetto di laboratorio didattico, a cura di Francesco Casu, regista Multimediale e realizzato in collaborazione con Pc Planet Group con il contributo di Stefania Mele per i testi e Pierluigi Dessì per le immagini. L’obiettivo principale del progetto è la creazione di un sistema multimediale interattivo che consenta agli utenti di entrare in contatto con l’importante collezione permanente del MACC in maniera semplice. L’installazione è composta da uno schermo interattivo ad altissima risoluzione che consente di riprodurre fedelmente le opere della collezione e di entrare anche nei più piccoli particolari di esse, dando all’utente una prossimità all’opera altrimenti impossibile nella fruizione ordinaria; la fruizione interattiva offre inoltre la possibilità di esplorare e rielaborare la Collezione attraverso la modalità “Crea la tua opera” che permette di selezionare particolari estratti dalle opere della Collezione permanente per la realizzazione di una nuova opera virtuale che arricchisce, virtualmente, tutto il percorso espositivo. Il Museo si apre così ad una nuova modalità didattica, divulgativa e ludica al contempo. Un sistema altamente tecnologico che porta la sezione didattica della Fondazione MACC tra le più avveniristiche del sistema museale sardo.

Fondazione MACC
Via Savoia 2, Calasetta (SU)
0781 887219, fondazionemacc@gmail.com, www.fondazionemacc.it
Orari: dal martedì al venerdì, dalle 17 alle 20, sabato e domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20
Biglietti: € 4.00

Copertina: Paolo Masi, 2022, Vibrazioni, interventi su cartone da imballaggio, cm 100×100