Biscotti Live Feed(Feed in diretta), 2019

Pittura in persona. La nuova Collezione della Fondazione CRC

Complesso Monumentale di San Francesco, Cuneo

A cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Marcella Beccaria

Il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e la Fondazione CRC presentano la mostra Pittura in persona. La nuova Collezione della Fondazione CRC a cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Marcella Beccaria.

Allestita nel Complesso Monumentale di San Francesco a Cuneo, la mostra presenta la Collezione di arte contemporanea della Fondazione CRC. Oltre alla selezione delle più importanti opere presenti in collezione, la mostra include nuove commissioni appositamente realizzate per gli ambienti della Chiesa di San Francesco.

Già composta da un ampio patrimonio, dal 2017 la Collezione CRC è cresciuta grazie al progetto ‘ColtivArte’ in collaborazione con il Castello di Rivoli. Privilegiando il medium della pittura, il progetto ha promosso acquisizioni di opere d’arte di oltre 30 artisti emergenti, attivi a livello internazionale scelti per valorizzare la creatività del territorio locale e italiano, grazie al lavoro della Commissione di esperti presieduta dal Direttore del Castello di Rivoli, Carolyn Christov-Bakargiev, e composta da Guido Curto e Chus Martínez.

Includendo le più importanti opere d’arte contemporanea parte della collezione CRC, la mostra Pittura in persona indaga la vitalità della pittura e la sua forza propositiva anche rispetto alle complesse sfide imposte dal mondo contemporaneo. In risposta alla pervasività della mediazione digitale e della smaterializzazione che hanno connotato molteplici aspetti della vita quotidiana nei mesi della pandemia, la mostra invita a un incontro diretto, teso a valorizzare l’aspetto esperienziale che coinvolge tanto il corpo della pittura stessa quanto quello di chi la osserva. Come scrive Marcella Beccaria “la pittura è un linguaggio dotato di un corpo fisico, con un ingombro spaziale, una materialità tattile, persino un profumo specifico, tutte caratteristiche esperibili di persona e in persona quando ci si trova di fronte alle opere”.

La mostra propone inoltre nuove commissioni ideate per gli spazi della Chiesa di San Francesco da alcuni giovani artisti, i quali sono stati invitati a intervenire su pareti autoportanti temporanee realizzate per l’occasione. Le nuove commissioni sono state realizzate da Guglielmo Castelli (Torino, 1987), Alex Cecchetti (Terni, 1977), Claudia Comte (Grancy, 1983), Francis Offman (Butare, Ruanda, 1987), Giuliana Rosso (Torino, 1992), Elisa Sighicelli (Torino, 1968) e Alice Visentin (Ciriè, Torino, 1993).

Ulteriori artisti in mostra includono Nora Berman (Los Angeles, 1990), Valerio Berruti ( Alba, 1977), Rossella Biscotti (Molfetta, Bari, 1978), Anna Boghiguian (Il Cairo, 1946),  Sol Calero (Caracas, 1982), Ludovica Carbotta (Torino, 1982), Manuele Cerutti (Torino, 1976),  Barbara De Vivi (Venezia, 1992), Patrizio Di Massimo (Jesi, 1983), Camille Henrot (Parigi, 1978), Anne Imhof (Gießen, 1978), Andrea Massaioli (Torino, 1960), Elena Mazzi (Reggio Emilia, 1984), Daniele Milvio (Genova, 1988), Ad Minoliti (Buenos Aires, 1980), Seth Price (Gerusalemme, 1973), Mathilde Rosier (Parigi, 1973), Giangiacomo Rossetti (Milano, 1989), Lin May Saeed (Würzburg, 1973), Erik Saglia (Torino, 1989), Ania Soliman (Varsavia, 1970), Victoria Stoian (Chișinău, 1987)  Sarah Sze (Boston, 1969), Paolo Turco (Cuneo, 1981) e Xa Zadie (Vancouver, 1983).

Carolyn Christov-Bakargiev, Direttore del Castello di Rivoli, afferma “Nella nostra epoca, la rivoluzione tecnologica e digitale ha causato un cambiamento di senso e di ruolo della pittura. Per gli artisti contemporanei, dipingere e non lavorare a opere digitali è una scelta di intenzionale obsolescenza – un dipinto è un’opera unica, non moltiplicabile come le immagini diffuse sui social media e non può essere vissuto nella sua pienezza attraverso il digitale. Questa scelta non è così lontana dal pensiero di Friedrich Nietzsche che, alla fine dell’Ottocento, scrisse le Considerazioni inattuali (1873-1876), incentrate sull’attualità dell’inattualità. Dall’altro lato, il pittore entra oggi in un corpo a corpo con il quadro e con l’immagine che crea diventando un performer della fisicità e dell’’essere incorporati’.”

Il catalogo Pittura in persona. La nuova Collezione della Fondazione CRC è pubblicato dal Castello di Rivoli in occasione della mostra. Riccamente illustrato, il volume include testi di Carolyn Christov-Bakargiev, Guido Curto e Chus Martínez, membri della Commissione Scientifica di ColtivArte, un saggio inedito di Marcella Beccaria e una raccolta di dichiarazioni delle artiste e degli artisti in mostra.

Complesso Monumentale di San Francesco
Via Santa Maria 10, Cuneo
0171.452711, info@fondazionecrc.it, fondazionecrc.it
Orari: dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, la domenica dalle 10.30 alle 18.30
Ingresso gratuito

Immagine di copertina: Rossella Biscotti (Molfetta, Bari, 1978), Live Feed (Feed in diretta), 2019. Serigrafia su cotone e gomma / screen printing on cotton and rubber, dimensioni del tessuto / fabric dimensions ca. 4000×160 cm. Collezione Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Photocourtesy l’artista / the artist. Photo Kristen Daem