Skip to content
Riccardo Benassi, Morestalgia, 2019

Riccardo Benassi. Morestalgia

Fondazione ICA Milano

A cura di Alberto Salvadori

Fondazione ICA Milano presenta, da mercoledì 25 gennaio a sabato 18 marzo 2023, la mostra personale Morestalgia di Riccardo Benassi (Cremona, 1982), a cura di Alberto Salvadori.

La mostra inaugura la stagione culturale 2023 di Fondazione ICA Milano e affonda le proprie radici nella ricerca pluriennale di Riccardo Benassi, articolandosi negli spazi del pianterreno dove prende vita come percorso intimo e personale. Il progetto espositivo è ideato per l’occasione e presenta una selezione di lavori per la prima volta presentati in Italia.

Rievocando un sentimento nostalgico, Morestalgia si dipana attraverso una narrazione liquida focalizzata sull’elemento centrale del linguaggio, cardine fondamentale della pratica dell’artista.
La mostra restituisce considerazioni e riflessioni personali, che appartengono tuttavia a una dimensione collettiva e richiamano numerose tematiche divenute comuni durante la pandemia.

Il neologismo che intitola la mostra – morestalgia – si riferisce a un sentimento doloroso caratteristico dell’era post-Internet che non solo permea l’esposizione, ma riprende anche il nome dell’installazione che ne è il cuore pulsante.

Spiega Riccardo Benassi: “ho chiamato ‘morestalgia’ una specifica tipologia di nostalgia il cui dolore assomiglia più a quello causato dall’invidia che a quella della nostalgia vera e propria. La percezione di una dolorosa mancanza, che però ognuno di noi auto-traduce a sé stesso come perdita, il cui diretto riferimento sono altri esseri umani che stimiamo e le loro esperienze condivise online.”

L’installazione Morestalgia, realizzata dall’artista nel 2019, utilizza uno schermo led penetrabile dal corpo umano per costruire un’esperienza sensoriale collettiva, incentrata sul movimento del visitatore. Attraversando l’installazione, il pubblico prende coscienza della presenza del proprio e degli altri corpi, rendendosi partecipe di una situazione creata dall’artista con questo stesso obiettivo. Il meccanismo attivato da Morestalgia disegna un vero e proprio itinerario per tappe nella produzione artistica di Riccardo Benassi.

Tra le opere in mostra la versione inglese dell’opera Daily Desiderio Domestico, la cui iterazione italiana è permanentemente esposta negli spazi di Fondazione ICA Milano dal 2019. Lo schermo led che la compone riceve e trasmette un messaggio quotidiano, visibile per sole ventiquattr’ore e finalizzato a veicolare la presenza fantasmatica dell’artista che realizza il testo. Non manca una riflessione sull’intelligenza artificiale e sull’automazione della creatività, articolata attraverso la registrazione video di un piccolo robot intento a dipingere i paesaggi d’infanzia dell’artista.

Oscillando tra immagini instabili e narrazioni testuali, la mostra Morestalgia invita il pubblico a esplorare i confini di una libertà individuale sempre più labile, costantemente minacciata dai meccanismi di monitoraggio e controllo che dominano l’ambiente virtuale in maniera così potente da sconfinare, talvolta, nello spazio del reale.

Fondazione ICA Milano, contestualmente all’esposizione di Riccardo Benassi, avvia la programmazione 2023 con la mostra personale An impression that may possibly last forever dell’artista keniota Chemutai Ng’ok. L’esposizione, a cura di Chiara Nuzzi, è aperta al pubblico dal 25 gennaio al 18 marzo 2023.

Si ringrazia Banca Intesa Sanpaolo, sponsor ufficiale della Fondazione, per il supporto alla programmazione e alle attività di ICA Milano.

Fondazione ICA Milano
Via Orobia 26, Milano
office@icamilano.it, www.icamilano.it
Orari: giovedì – venerdì – sabato 12 – 19

Copertina: Riccardo Benassi, Morestalgia, 2019, veduta dell’installazione presso Centre d’Art Contemporain Genève; Schermo LED attraversabile, contenuto digitale, struttura e catene in acciaio, sistema diffusione audio, elettronica di controllo; prodotto da Xing con il sostegno di Italian Council (2019), partners Centre d’Art Contemporain Genève, Italian Cultural Institute of Melbourne, ZKM | Zentrum für Kunst und Medien, Karlsruhe, Künstlerhaus Bethanien, Berlin; Collezione Museion, Bolzano, Foto© Andrea Rossetti