santiago-reyes-villaveces-skylink-2021-metal-brick-and-wire-variable-dimensions-2

Santiago Reyes Villaveces. Ciàula e la luna / Paolo Ciregia. Alfabeto ostile

Ncontemporary, Milano

Ncontemporary è lieta di annunciare l’opening di due progetti personali degli artisti Santiago Reyes Villavece e Paolo Ciregia.

Santiago Reyes Vilaveces (Colombia, 1986) presenta “Ciàula scopre la luna”, la sua seconda mostra personale negli spazi di Ncontemporary. L’artista indaga come la Luna, astro per eccellenza, volta a schiarire notti buie e ispirare artisti e poeti, abbia nel corso del tempo perso il suo significato simbolico carico di romanticismo e sacralità per lasciare spazio all’aspetto scientifico e tecnologico. La luna diventa un corpo planetario alla stregua della Terra e degli altri pianeti che girano attorno al Sole a tal punto da diventare potenzialmente fonte per l’estrazione mineraria.

Nella project room della galleria verrà invece ospitata la mostra di Paolo Ciregia (Italia, 1987) “Alfabeto Ostile”, un progetto creato nel 2019 per l’Università Ca’ Foscari di Venezia in occasione del premio Sustainable Art Prize.
“Alfabeto ostile” è un’opera articolata in 24 sagome di ottone ricavate, attraverso un lavoro di ricerca e archiviazione dei dissuasori e delle barriere anti clochard presenti nelle nostre città. L’artista ha creato una simbologia, un alfabeto arcaico e ostile fatto di lettere e simboli. Questi oggetti, decontestualizzati e trasformati in forme pungenti diventano quasi un alfabeto arcaico e ostile fatto di lettere e simboli incomprensibili, collocandosi formalmente a metà tra un prodotto di design e un arnese di tortura. Questo lavoro ci invita a riflettere sul tema dell’isonomia presente nelle città contemporanee.

Ncontemporary
Via Lulli 5, Milano
+39 3493173687, info@ncontemporary.com, ncontemporary.com
Orari: marcoledì – sabato 14.30-19.00 e su appuntamento
Ingresso gratuito

Copertina: Santiago Reyes Villaveces, Skylink, 2021, metal, brick and wire, variable dimensions